Associazione Nazionale Orizzonte Docenti

NUOVA SEDE: Via Pisa 16 CATANIA Tel. 095/2275919 Cell. 329/9171025 Fax 095/5183029

  • CONSULENZA LEGALE

    UFFICIO LEGALE

    ASSOCIAZIONE NAZIONALE ORIZZONTE DOCENTI

  • MONDO SCUOLA

    MASTER E CORSI DI PERFEZIONAMENTO UNIVERSITARI
  • Il nuovo sito di Orizzonte Docenti

  • NEWS

  • Immetti la tua mail e sarai aggiornato sulle novità più importanti

  • Meta

  • Seguici su Facebbok

Abilitazione: Se paghi la ottieni in Spagna ma insegni in Italia

Posted by orizzontedocenti su 16 febbraio 2009

La ricerca di un posto di insegnamento in una scuola italiana ora passa anche dalla Spagna. Il presupposto è quello di essere in possesso di abilitazione all’insegnamento, problema oggi difficile da risolvere perché manca ancora una specifica disposizione governativa in materia.
Da qui l’intervento di una società di Milano che offre la possibilità di abilitarsi in Spagna e quindi far riconoscere il titolo anche in Italia. «Ci hanno sollecitato a pubblicizzare questa iniziativa tra i nostri iscritti – spiega Angelo Scebba, coordinatore provinciale della Gilda –. Io ho preso tempo, perché mi sembrava una scappatoia davvero strana. Del resto questa organizzazione ha già tentato di offrire analoga scappatoia a coloro che vogliono ottenere l’abilitazione a svolgere l’attività forense, ma l’ordine degli avvocati ha detto di no. E perché il nostro ministero tace?». Così il sindacalista ha presentato al dirigente scolastico provinciale Antonio Lupacchino la documentazione sull’affare delle abilitazioni «spagnole». Il caso è ora al vaglio del ministero. Secondo Angelo Scebba si tratta di un’iniziativa che fa leva sulla disperazione di tanti giovani che si sono laureati e che non sono in possesso del titolo abilitante. «Non mi hanno detto quanto costa questa operazione, ma è certo che è un affare». Non è un caso che la stessa società abbia già aperto due succursali a Roma e a Palermo.
Nota: http://www.ilgiornale.it 15 febbraio 2009

About these ads

111 Risposte to “Abilitazione: Se paghi la ottieni in Spagna ma insegni in Italia”

  1. Luci said

    Salve avrei bisogno di qualche informazione sull’abilitazione in Spagna, chi effettivamente la sta facendo (es.2011-2012), anche chi l’ha fatta on-line e le difficoltà trovate.Grazie

    Mi piace

  2. antonio said

    anch’io lo sto facendo senza agenzie truffaldine
    va tutto bene

    Mi piace

  3. Fabrizio said

    Io l’ho fatto.
    1) non fidatevi delle agenzie italiane sono una truffa legalizzata
    2) dovete sapere lo spagnolo, anche se alcune agenzie non vi richiedono la conoscenza della lingua
    3) gli spagnoli sono gentilissimi e vi danno tutte le info che crecate, rivolgetevi a loro direttamente
    4) quasi tutte le università lo fanno
    5) è più difficile di quello che vi raccontano

    Mi piace

  4. Lorena said

    Potete dirmi se attualmente l’abilitazione conseguita in Spagna viene riconosciuta da noi? Chi di voi ha già conseguito l’abilitazione per la scuola primaria?

    Mi piace

  5. Silver said

    Scusate se intervengo, ma a me sembra proprio una cosa assurda che qualcuno sia andato a fare un master in Spagna senza sapere lo spagnolo (“sapevo dire solo Hola”) e ancora più assurdo chi si domanda se per farlo (il master) bisogna necessariamente conoscere bene la lingua spagnola… Se così fosse non mi meraviglierei affatto che in Italia o nelle altre nazioni europee questa abilitazione non fosse riconosciuta e soprattutto non mi meraviglierei dell’incompetenza di certi insegnanti!. Ma come si fa?! Vai a fare un master all’estero e ti chiedi se devi sapere la lingua?! In Inghilterra per studiare nelle università (il master è un titolo universitario) devi avere un livello di lingua corrispondente al C1 del Quadro Comune e credo che anche in Spagna devi dimostrare una conoscenza dello spagnolo abbastanza elevata. Se così non fosse diffiderei altamente di questi master abilitanti. Siamo proprio ridotti male.

    Mi piace

  6. Peppe said

    Volevo solo chiarire a tutti che non basta pagare per avere l’abilitazione! Io sono in Spagna da un anno! Ho dovuto fare esami in spagnolo, durante la pratica ho dovuto insegnare in spagnolo e, infine sto facendo la tesi finale in spagnolo.
    Ora vengo a sapere una cosa sconvolgente…l’homologación a titolo non è facile da conseguire ma probabilmente dovremo tornare in spagna (quando il ministero spanolo decide la nostra sorte) per fare degli esami che rendano il mio titolo identico a quello spagnolo.
    Sto buttando sangue e soldi (che non ho perchè non sono un figlio di papá)e se un giorno riuscirò nel mio intento e qualcuno mi dirá che mi sono comprato l’abilitazione lo affogo!!!
    Ah…dimenticavo…sappiate che, anche se le agenzie dicono il contrario, potete aver insegnato anche per 10 anni ma se non avete insegnato in spagna non vi convalidano la pratica e dovete stare tutto l’anno in lì!!!
    Riflette e ditemi voi se é un’abilitazione comprata!

    Mi piace

  7. Checco said

    Questa è la risposta del ministero in riferimento alla nota del Miur del 3 Febbraio, quindi per chi fa il master in Spana e con tirocinio completo non ci sono problemi di riconoscimemto.

    Con riferimento all’avviso del MIUR del 3 febbraio, si precisa che la
    sospensione riguarda solo i titoli del “Master de Profesorado” conseguiti con
    procedure in abuso alla direttiva comunitaria 2005/36. In particolare sono
    state segnalate alle autorità spagnole alcune formazioni conseguite con
    percorsi anomali offerti tramite internet.

    In attesa dei chiarimenti richiesti l’Ufficio né ha sospeso il relativo
    riconoscimento.

    I riconoscimenti professionali spagnoli saranno, ad ogni buon modo, valutati
    caso per caso e, oltre al Master dovrà essere documentata l’omologazione della
    laurea italiana al corrispondente titolo spagnolo, la formazione del Master,
    con l’attestazione, da parte dell’Università spagnola, della durata del
    percorso del “Master”, delle ore frequentate in presenza ed eventualmente on
    line con l’indicazione delle scuole spagnole dove è stato svolto
    il tirocinio previsto dal percorso del Master.

    Dovrà, infine prodursi la dichiarazione dell’Autorità competente spagnola
    (Ministerio de educación) sul valore legale dell’intera formazione
    (omologazione + Master) in Spagna.

    Mi piace

  8. katia moretti said

    Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
    Dipartimento per l’Istruzione
    Direzione Generale per gli Ordinamenti e per
    l’Autonomia Scolastica
    – Ufficio Nono –

    Roma, 3 febbraio 2011

    AVVISO

    Abilitazioni all’insegnamento.

    Si segnala la presenza in internet di numerose offerte formative, rivolte esclusivamente a cittadini italiani laureati, per il conseguimento di abilitazioni all’insegnamento di altri Paesi comunitari.
    Le abilitazioni così conseguite non appaiono conformi ai principi della Direttiva comunitaria 2005/36.
    L’Amministrazione ha avanzato richieste di chiarimenti alle Autorità competenti dei Paesi comunitari interessati.
    In tale attesa, i riconoscimenti di formazione professionale così conseguiti sono sospesi.

    Mi piace

  9. katia moretti said

    Scuola, no alle abilitazioni prese dai docenti all’estero
    Il ministero: non più valide. Tagli per 19mila docenti
    07/02/2011

    Il Messaggero
    di ALESSANDRA MIGLIOZZI

    ROMA – Niente più viaggi della speranza in Spagna o in Romania per diventare insegnanti. Le abilitazioni prese fuori dall’Italia da oggi (in attesa di chiarimenti) non verranno più riconosciute valide per entrare nelle graduatorie di istituto o in quelle provinciali dove ci si mette in fila per un posto fisso o una supplenza annuale. Lo ha deciso il ministero dell’Istruzione che vuole vederci chiaro dopo aver notato la crescente offerta su Internet di intermediari (avvocati e società di servizi) che offrivano agli aspiranti prof viaggi “all inclusive” in un paese comunitario per poter conseguire l’agognata abilitazione impossibile in Italia, dal 2008, sia per insegnare alle medie che alle superiori. Il ministro Gelmini, infatti, ha emanato definitivamente le nuove regole per diventare docenti cinque mesi fa, ma solo negli scorsi giorni, dopo una sofferta registrazione alla Corte dei Conti, sono uscite in Gazzetta Ufficiale. Ora si lavora per far partire i nuovi corsi universitari e i tirocini abilitanti entro l’autunno. Nel frattempo chi voleva abilitarsi ad insegnare alle medie o alle superiori ha avuto la strada sbarrata dal 2008 in giù, quando il ministro ha chiuso per sempre le Ssis, le vecchie scuole di specializzazione all’insegnamento. Al ministero speravano di riuscire a far partire prima il nuovo percorso di formazione, ma la strada è stata in salita. Così in molti, rimasti nel limbo, hanno tentato la via estera, come aveva già documentato Il Messaggero in agosto. Chi per disperazione, chi per trovare la scorciatoia. Un panorama in cui si sono inseriti degli intermediari: società di servizi che vendono pacchetti di consulenza per far entrare i futuri prof nei corsi di altri paesi europei. A Madrid è boom di italiani iscritti nei master ”de profesorado”. Prima bastavano poche settimane di frequenza. Poi in Spagna le regole sono diventate più rigide: ci vogliono sette-otto mesi ora. In molti sono partiti lo stesso. I sindacati hanno osservato con preoccupazione la migrazione, nata dalla necessità di conquistare punti in graduatoria. Il ministero, come aveva sottolineato anche il sottosegretario all’Istruzione Giuseppe Pizza, ha monitorato fino alla decisione finale, che risale a due giorni fa: un avviso del Dipartimento per l’Istruzione sbarra la strada alle abilitazioni estere. «Si segnala la presenza in internet di numerose offerte formative, rivolte esclusivamente a cittadini italiani laureati, per il conseguimento di abilitazioni all’insegnamento di altri paesi comunitari – scrive Viale Trastevere -. Le abilitazioni così conseguite non appaiono conformi ai principi della direttiva comunitaria 2005/36 (riconoscimento delle qualifiche professionali, ndr)». Il ministero ha chiesto «chiarimenti alle autorità competenti dei paesi interessati» nel frattempo le abilitazioni all’estero sono sospese. La loro acquisizione oltre confine non comporterà più la possibilità di inserimento nelle graduatorie italiane. Ora «stiamo lavorando ai decreti necessari per far partire definitivamente la nuova formazione – spiega Max Bruschi, consulente del ministro

    Mi piace

  10. lucia said

    si può otterene in Spagna anche l’abilitazione per le scuole primarie?

    Mi piace

  11. lucia said

    come posso abilitarmi?

    Mi piace

  12. Sarah said

    E’ possibile ottenere anche l’abilitazione per la scuola primaria?

    Mi piace

  13. Caterina said

    ciao a tutti, mi chiamo caterina e sono un’insegnante di disegno e storia dell’arte, precaria e ovviamente non abilitata,interessata a quest’abilitazione in spagna. vorrei saperne un pò di più da chi come, checco, lo sta frequentando o lo ha già finito. la cifra è esorbitante e qualche certezza dobbiamo averla, non credete?

    Mi piace

  14. ALESSANDRA said

    Quando sarà la prossima iscrizione al Máster in Formación?

    Mi piace

  15. andrea said

    Per AndyPri,
    caro Andy siccome vorrei trasferirmi anch’io in Germania, volevo chiederti alcune cose:
    Innanzitutto come si dice in tedesco “corso di abilitazione, quello che come hai scritto tu dura due anni
    Poi, come mai pagano durante il corso.
    E infine, in che regione ti trovi. Perchè so che ogni regione ha leggi leggermente diverse.
    Ti ringrazio per le informazioni.
    Andrea

    Mi piace

  16. Marco said

    Vorrei rispondere a quanti dicono che il master in Spagna è una passeggiata.
    Io ora sono in Spagna e vi posso assicurare che mi stanno facendo un mazzo grosso come una casa ! Altro che “passeggiata” !!!
    Queste sono le classiche baggianate scritte da ignoranti !!!

    PS. Se avessi saputo com’era non ci sarei di certo venuto qui in Spagna !
    E non andate all’università di Barcellona a fare il Master !

    Mi piace

  17. lella said

    ragazzi si può sapere perchè ogni volta che si fanno delle domande dirette a chi si è abilitato in spagna, non si ottiene mai una risposta. A questo punto mi viene qualche dubbio…
    Sapete quanti punti si ottengono con l’abilitazione all’insegnamento spagnola?

    Mi piace

  18. valeria said

    ciao Checco, vorrei iscrivermi prossimamente al master spagnolo. sai con certezza quanti punti rilascia?

    Mi piace

  19. Checco said

    Cara Cesarina,
    se hai dubbi chiama il ministero italiano e chiedi se il master de profesorado e’ valido. io l’ho fatto e appena arriva l’omologazione chiedo il riconoscimento… in bocca al lupo

    Mi piace

  20. alex said

    vorrei sapere se i laureati in scienze politiche con un abilitazione in spagna riescono a insegnare in italia e cosa….

    Mi piace

  21. Cesarina said

    Ciao a tutti!
    Sono laureata in lingue (v.o.)a da qualche anno insegno senza l’abilitazione. Informandomi sulla possibilità di abilitarmi in Spagna, sono venuta a conoscenza di società di consulenza italiane che prestano la loro ‘assistenza’ facendo da tramite tra università spagnole e Italia, per partecipare a quelli che chiamano master de profesorado. Contattandone qualcuna, mi è stato detto che tali master permettono di ottenere l’abilitazione, ma non i 30 punti dati dalla ssis. Alcuni miei colleghi, invece, mi dicono che il valore abilitante (punti a parte)non è affatto garantito. Qualcuno sa gentilmente dirmi qualcosa in merito, e cosa di tutto ciò è certo? Oppure abbiamo a che fare, nella nostra “disperazione” da posto di lavoro (spero nessuno si offenda), con un business spietato che non ci porterà a nulla?
    Grazie
    Cesarina

    Mi piace

  22. Sandra said

    Ciao a tutti,ci sono effettivamente delle agenzie in Italia mendiante le quali è possbile iscriversi a corsi abilitanti in Spagna stando sul posto solo un mese. L’università che organizzerebbe il tutto è la UCAM che è privata e qualcuno mi ha suggerito di fare attenzione perchè l’abilitazione presa presso università private,non verrebbe riconosciuta in Italia !!!Qualcuno ha notizie a riguardo????

    Mi piace

  23. Tony said

    Ho appena visto degli errori di digitazione.
    Sorry,
    Tony

    Mi piace

  24. Tony said

    Ciao Francesco,
    Io l’abilitazione l’ho iniziata nel 2004 e finita nel 2006 in Inghilterra. Io già insegnavo lì e quindi ho fatto anche l’abilitazione.

    Il Post-graduate Certificate in Education è un titolo che rilascia già di per se il (QTS- Qualified teacher status) in Inghilterra e puoi farlo in un anno o due anni. E’ un percorso VERAMENTE DIFFICILE ma ciò non toglie che è affascinante. Quando ho intrapreso questo cammino nel 2003 (quando ho effetuato il test e colloquio d’ingresso) non pensavo proprio che potevo iscrivermi nelle GE in Italia. Non c’erano info in giro nemmeno sul web. Così chiesi le info ad un ufficio della Comunità Europea a Bruxelles. Alla fine il titolo mi è stato riconosciuto con misure compensative – per la materia d’insegnamento, mentre per il sostegno mi stato riconosciuto sensa alcuna misura compensativa visto che quando ho chiesto il riconoscimento avevo la mia prima nomina su sostegno in italia ed anche perchè il MASTER (Laurea in Inghilterra) per sostegno che ho fatto è una laurea di II livello di 180 crediti.

    Comunque i percorsi sono vari per lingue, diritto, scuole primarie ecc. Bisogna però avere una buona se non ottima padronanza della lingua inglese. Io quando ho iniziato il PGCE vivevo lì da 4 anni.

    Spero di eeserti stato d’aiuto.

    Tony

    Mi piace

  25. bianca said

    Buongiorno, qualcuno ha delle informazioni da darmi sull’ansi si occupa di abilitazioni in spagna online. Grazie

    Mi piace

  26. Francesco said

    Salve,

    sono un laureato in lingue e letterature straniere di vecchio ordinamento. Non ho l’abilitazione all’insegnamento, ma sarei anche disposto a prenderla all’estero. Oltre alle possibilità offerte dalla Spagna, conoscete per caso anche altri percorsi, in altri paesi? In Germania per esempio, leggendo quanto scritto da “Adry Pre” (intervento nr. 9) il percorso è piuttosto lungo…

    ma l’abilitazione tedesca è riconosciuta al 100% in Italia?

    Se potete rispondetemi.

    Grazie.

    Francesco G.

    Mi piace

  27. pina said

    vorrei sapere se esistono corsi abilitanti all’insegnamento nelle scuole primarie?

    Mi piace

  28. jenny said

    ciao a tutti!sono laureata in scienze pedagogiche LM85 e vorrei abilitarmi x insegnare. Ho letto che ci sarebbe 1 master iin spagna. Ma come posso avere informazioni piu precise e se voglio farlo a chi devo rivolgermi??conoscete qualche agenzia affidabile al 100%??e inoltre che costo avrebbe il tutto??vi ringrazioooo risp x favore!!!

    Mi piace

  29. valeria said

    FRANCO…aspettiamo tue notizie!!

    Mi piace

  30. Rino Dr Ferro said

    Dopo le lauree in ing:elettrica-elettronica( UK), mi manca il riconoscimento di valore rilasciato da 1 università
    italiana,per insegnare nelle scuole: ITIS-IPSIA.
    come posso fare per ottenere il riconoscimento e l`abilitazione per l`insegnamento,quando ho un profilo maturato
    di ing tecnico libero professionista in oltre 25 anni di lavoro.
    Nel concludere per un riscontro positivo vi saluto.
    Dr. Rino Ferro

    Mi piace

  31. Marco said

    Ciao Peppe,
    – per quello che riguarda di persone che hanno seguito i master in Spagna e a cui il titolo è stato riconosciuto
    ne ho letti alcuni sulla Gazzetta Ufficiale. Puoi fare una ricerca in internet (dato che il titolo viene riconosciuto e pubblicato sulla GU).
    – per l’inserimento in graduatoria dato che è ad esaurimento ad oggi anche se consegui l’abilitazione nn credo tu possa inserirti dato che sono bloccati i nuovi accessi quindi in teoria saresti abilitato ma non inserito. Dato però che la situazione è alquanto fumosa e cambia in continuazione credo che prima o poi dovranno sbloccare gli accessi alle graduatorie sia per i colleghi stranieri che vengono ad insegnare in Italia tanto che per i nuovi abilitati con i TFA.
    – per la società in questione nn la conosco ho letto quanto hai letto tu su internet, a te cercare dei blog che parlino di queste aziende e selezionarne una a cui dare fiducia.

    Mi piace

  32. Peppe said

    Ciao,
    qualcuno sa se esistono già abilitati all’insegnamento con il in Spagna?(equiparazione avvenuta e inserimento in graduatoria intendo)
    Vorrei buttarmi e vorrei affidarmi ad un agenzia perché, anche se costa un botto, si occupano loro di tutta la documentazione. Qualcuno sa qual è la più seria di tutte? Ho letto su internet che un ragazzo ha avuto controversie con la sdconsulting (www.abilitazioneinsegnamento.com) ma per il resto non so altro e non vorrei buttare soldi sudati ma investirli.
    Grazie mille.

    Mi piace

  33. Leo said

    Qualcuno sa se esiste in spagna il master per abilitarsi alla classe A 059?

    Mi piace

  34. AndyPri said

    Risposta(tardiva)a Dona che ha scritto a Gennaio: Sono in Germania da 5 mesi con il progetto di diventare insegnante e ti assicuro che farlo non è la cosa più semplice del mondo:

    -Se non hai l’abilitazione devi frequentare DI NUOVO l’università tedesca per un periodo di tempo variabile a seconda del riconoscimento che ottengono i tuoi esami conseguiti in Italia (il riconsocimento richiede 4 mesi di tempo; nel mio caso di laureato in Filosofia, solo il 20% di tutto il lavoro svolto verrà riconosciuto e ciò significa altri 4 anni di studio).
    NOTA BENE: per frequentare l’Università occorre un certificato di conoscenza del tedesco piuttosto elevato e cioè:
    -TestDaF Pruefung con un punteggio minimo di 4 in tutti gli aspetti della lingua
    -DSH Pruefung con punteggio minimo 2.
    Dopodochè fai la vera e propria scuola di abilitazione che dura due anni durante i quali vieni pagata 1200 Euro al mese circa. Dopo ancora ti danno il posto(quello VERO, con la pensione, le assicurazioni, i contributi e tutto) e uno stipendio di partenza di 2300 Euro il mese circa, che incrementa ogni anno di 50 Euro fino ad un massimo di 3500 Euro a fine carriera.

    -Se invece hai l’abilitazione all’insegnamento conseguita in un’altro paese UE (ad es., visto che va di moda, la Spagna) non ho idea di come funzioni precisamente ma so che:
    A): un riconoscimento del titolo dovrebbe essere possibile ma neturalmente le corrispondenze con le competenze tedsche sono molto più facili nelle materie scientifiche (un motivo per cui io dovrei rifare tutto quanto è perché qui la classe di concorso filosofia e storia non esiste, per cui devo imparare altre due materie ex-novo con cui combinare l’insegnamento della filosofia)
    B): per insegnare la tua conoscneza linguistica deve essere molto alta (Klein e probabilmente anche Gross Sprach Diplom sono richiesti).
    Ciao

    Mi piace

  35. Franco said

    Sono un ragazzo di latina….
    il 4 luglio parto x Siviglia e vado di persona a vedere se la cosa è fattibile!!!!!!
    Dobbiamo abilitarci x forza ragazzi….
    Il mio problema è solo la lingua,cmq mi hanno consigliato di fare tutto da solo,senza agenzie….i costi sarebbero elevatissimi…
    Partirò da solo anch’io xchè un mio amico mi ha dato buca….verso il 9 luglio torno e magari vi aggiorno sulla situazione…
    intanto aspetto altre notizie attendibili…ciao
    franky

    Mi piace

  36. Marco said

    Buongiorno,
    volevo intervenire sulla polemica delle abilitazioni spagnole, sottolineando alcune cose:
    1- non lavoro per alcuna di queste agenzie che offrono questa possibilità (tendo a puntualizzarlo, ma bensì sono un docente precario come tanti altri.
    2- in spagna il CAP di 3 mesi è stato trasformato in un master di durata annuale (ottobre-giugno)
    3- chi vuole può andare di persona ad immatricolarsi in spagna “sbattendosi” a fare tutti i documenti senza nulla dare a queste società
    4- “la paghi e la ottieni insegnando in italia” è una frase da bar dato che le nostre siss erano delle macchine mangiasoldi. Quindi non facciamo cadere dall’alto le siss come un qualcosa di economico o miracoloso dato che non si imparava pressochè nulla e costavano un bel pò.
    5- tutte queste “guerre tra poveri” con decine di associazioni che si fanno la guerra tra loro, chi per proteggere gli abilitati siss, chi per quelli di ruolo, chi a destra e chi a manca sono ridicole.

    Mi piace

  37. orizzontedocenti said

    Gentile lettore,
    se leggi attentamente il nostro intervento non parlavamo della legge che noi conosciamo benissimo, ma degli interventi che prefigurano l’interesse a parlare in una certa maniera, senza mai dare una risposta chiara e precisa.
    La Direzione

    Mi piace

  38. Fabio said

    Gentile Michela Orefice, non credo che l’applicazione delle Direttive comunitarie debba essere soggetta a pareri personali. Si tratta di leggi, non di opinioni. Che cosa ne faccia uno della qualifica riconosciuta non spetta a noi deciderlo: può decidere di appenderla al muro o lavorare nelle scuole paritarie, aprire una propria scuola paritaria o usarla nelle formazione professionale. Ma questo esula da riconoscimento. La legge stabilisce la possibilità del riconoscimento, questo è ciò che conta. Invito a prendere visione delle leggi in materia, senza confondere il concetto di qualifica professionale con gli aspetti relativi al reclutamento (che sono altra cosa).
    Cordiali saluti.

    Mi piace

  39. Fabio said

    Vorrei rispondere all’intervento di Orizzontedocenti.
    Il sistema dei riconoscimenti professionali all’interno dell’U.E. (che l’Italia ha comunque esteso anche alle qualifiche non comunitarie) è regolamentato dal decreto legislativo del 6 novembre 2007, n. 206 che recepisce la normativa introdotta dall’Unione Europea con la Direttiva 2005/36/CE.
    Poichè in Italia la professione di insegnante è regolamentata, essa rientra nei casi generali previsti dalla citata Direttiva, in base alla quale coloro che hanno conseguito una qualifica professionale all’interno dell’Unione Europea hanno diritto al riconoscimento della stessa in tutti i 27 Stati al fine di poterla svolgere alle stesse condizioni dei cittadini dello Stato ospite.
    Ovviamente la normativa non è nata con lo scopo di aggirare le limitazioni imposte dallo Stato italiano ai propri laureati (e quindi per creare una strada alternativa alla abilitazione ottenuta in Italia), ma, in base alla citata Direttiva, nulla impedisce ad un cittadino italiano di conseguire la qualifica professionale di insegnante (ovvero l’abilitazione) in uno qualnque dei 27 Stati e richiederne, a conseguimento ottenuto, il riconoscimento in Italia. Ciò è stato più volte ribadito dalla stessa Commissione Europea.
    Il presupposto per il riconoscimento è, ovviamente, che l’interessato abbia acquisito una qualifica professionale valida a tutti gli effetti di legge nello Stato che l’ha rilasciata (ad esempio un qualiicato SSIS italiano può richiedere il riconoscimento del suo certificato SSIS negli altri Stati U.E.). La domanda di riconoscimento va presentata all’Autorità competente nello Stato (per la professione di insegnante in Italia, il MIUR) il quale entro 30 giorni deve notificare all’interessato l’eventuale richiesta di integrazione dei documenti, ed ha tempo altri 90 giorni per procedere alla valutazione della richiesta chepuò concludersi con un riconoscimento incondizionato, con l’applicazione di misure compensative (esame o tirocinio) o, limitatamente a richieste prive di fondamento, al diniego.
    Segnalo inoltre che sono state presentate delle denunce alla Commissione Europea in relazione alla mancata attribuzione del bonus di 24 punti ai docenti in possesso di qualifica U.E. riconosciuta e che tale procedimento è ora in corso di esame da parte dell’ufficio legale della Commissione Europea che ha sollevato dubbi sulla legittimità della normativa italiana sul reclutamento.
    Spero che quanto riportato sia esaustivo e chiarificatore.

    Mi piace

  40. Michela Orefice said

    Gentile Fabio,
    i riconoscimenti potrebbero semplicemente essere posticipati: siamo o no il Paese delle vie di mezzo? Inoltre, non vedo l’utilità di un titolo che non può essere fatto valere, dato che le graduatorie permanenti sono chiuse. Oppure lo si potrebbe incorniciare insieme alla laurea…?
    A lei il piacere di sfogliare le 60 gazzette disponibili in rete…

    Saluti.

    Mi piace

  41. Michela Orefice said

    Ciao Valeria,
    ho chiesto anch’io a suo tempo se valeva l’esperienza d’insegnamento acquisita in Italia, ma la segreteria dell’università di Alicante non aveva questa informazione: è tutto nuovo anche per loro.
    Riguardo alla possibilità di seguire il master a distanza: non esiste proprio!
    Di seguito ti fornisco tutte le informazioni che ho ottenuto da quella di Alicante che sembra essere l’università che richiede minori sforzi…:
    – il master dura 8 mesi con la possibilità di assentarsi nella percentuale del 20% (vale a dire 6 settimane oltre alle 2 di dicembre);
    – il prezzo del master è di circa 900 €;
    – i corsi si tengono in lingua spagnola catalana ed è prevista una prova per dimostrarne la conoscenza;
    – sono previste prove intercorso ed una tesina alla fine del tirocinio, ma nessun esame finale;
    – non viene riconosciuto il bonus di 30 punti;
    – i tempi del riconoscimento dell’abilitazione in Italia vanno dai 2 ai 4 mesi (ma, come ti dicevo, sembrano essere in stanby al momento).
    Documenti necessari per l’iscrizione da tradurre in spagnolo rivolgendosi al consolato (Napoli, Roma, Milano). Il costo è di circa 100 € ed occorrono 2-3 giorni per averle.

    1) certificato di laurea in originale uso estero con firma del dirigente ed indicazione della durata legale del corso;

    2) certificato in originale esami sostenuti con i relativi voti uso estero con firma del dirigente;

    3) copia autentica della pergamena di laurea;

    4) copia autentica carta di identità;

    5) certificato di cittadinanza italiana in bollo.

    Attenzione, i documenti per l’iscrizione vanno fatti pervenire entro il mese di giugno.

    NOTA
    La Lega Nord ha proposto di abolire le graduatorie permanenti e di stilare delle graduatorie regionali, sulla base delle effettive necessità di docenti e con residenza nella regione (potrebbe capitare di andare ad insegnare ad Ascoli Piceno, per esempio…). E’ stato già presentato il disegno di legge e presto verrà avviato l’iter di trasformazione in atto normativo. Ora, poichè la Lega ha il berlusca in ostaggio, nel senso che ha i numeri per far cadere il governo e poi “ce l’ha duro” ;) potrebbe essere accontentata anche in questo…

    Ti saluto,
    Michela.

    Mi piace

  42. FAUSTA said

    altro dubbio…ma se si sta già frequentando un master qui in Italia, la cosa è vincolante?

    Mi piace

  43. FAUSTA said

    Ciao a tutti,
    io sono laureata in matematica e vorrei avere maggiori delucidazioni sia sull’iter da seguire che sui costi di tale operazione…
    leggendo dal sito da Checco75 spesso indicato, si evince che questa abilitazione ti porta in 1° fascia senza però avere 30 punti di Siss, che cmq sono parecchi…
    poi, la lingua serve conoscerla o no? bisogna stare in Spagna durante tutto il master, o solo x fare gli esami?
    grazie a chi mi risponde…
    FAUSTA

    Mi piace

  44. orizzontedocenti said

    Desideriamo rivolgerci a chi in maniera diretta o indiretta abbia l’interesse a divulgare notizie relative all’abilitazione.
    Non pubblicheremo più commenti relativi all’abilitazione straniera fino a quando qualcuno non ci contatterà direttamente e non dia notizie più chiare riguardante l’argomento tutto questo a tutela dei nostri lettori.
    La Direzione

    Mi piace

  45. Fabio said

    E’ sufficiente sfogliare la Gazzetta Ufficiale (in linea si trovano le ultime 60 uscite – http://www.gazzettaufficiale.it) per verificare che i riconoscimenti non sono qualcosa di eccezionale, ma la normalità, sia che riguardino titoli conseguiti in U.E. che extra-U.E.
    Sarebbe semplicemente assurdo che l’Italia non applicasse le Direttive comunitarie, peraltro recepite con legge nazionale. Ciò comporterebbe sanzioni pecuniarie non indifferenti.
    Il fatto che le GaE possano non essere riaperte nulla toglie al valore abilitante del riconoscimento ce è comunque utilizzabile sia nelle scuole paritarie, sia nella formazione professionale.

    Mi piace

  46. valeria said

    ciao Michela, si ho letto il decreto, molte parole niente fatti, comunque ci sono delle date precise, si parla si 2010 – 2011 se non sbaglio.
    Cambiando discorso, ho chiamato la abinspain, una delle tante agenzie che ti guidano nell’abilitazione in spagna, sul sito scrivono della possibilità di fare il corso a distanza, però poi quando ci parli questa possibilità diventa un’utopia, perchè da come dicono loro danno la precedenza agli spagnoli. Inoltre dicono, che per chi ha già lavorato minimo un anno nelle scuole, verrebbe risparmiato il tirocinio di circa un mese. Qualcuno ha delle informazioni piu precise e sicure. Perchè le agenzie ti invitano a fare il pagamento al piu presto, però quando si tratta di avere delle risposte certe alle tue domande rimangono vaghe.

    Mi piace

  47. Orefice Michela said

    Ciao Valeria,
    con mia sorpresa c’è qualcuno su questo blog che ha segnalato un recente riconoscimento di abilitazione all’estero. Tuttavia, mi sembra che il percorso di studi seguito dal prof. Matteo Tamburini sia un po’ diverso rispetto a quello che si segue prima in Italia e poi eventualmente in Spagna per l’abilitazione. Tra l’altro gli studi li ha anche compiuti negli USA che, fino a prova contraria, non appartengono all’area UE. Possibile che si tratti di un caso non esemplificativo? Ad ogni modo, le graduatorie restano chiuse per cui avere un’abilitazione e non poterla far valere…
    Riguardo al TAF, è difficile capire quando verrà attivato presso le università. Il decreto MIUR recita: ” L’apertura dell’anno di tirocinio formativo è subordinata alla previsione di esigenze di personale a livello regionale. L’USR (Ufficio Scolastico Regionale) contatta, entro il mese di marzo, i responsabili di atenei e facoltà della regioni, presso i quali risulta presente il corso di tirocinio per le classi di abilitazione e, in accordo con loro, verifica la disponibilità ad attivare il tirocinio per l’anno accademico successivo. Sulla base di tale disponibilità l’USR comunica al MIUR il numero di posti da attivare per ciascuna classe e da assegnare a ciascun ateneo”. Le richieste di insegnanti varieranno anche a seconda della classe di specializzazione. Saprai meglio di me che per molte classi ci sono numerosissimi docenti (es. italiano, inglese). Il consiglio che posso darti è quello di tenerti il più possibile informata e nel frattempo cominciare a studiare!

    In bocca al lupo!

    Mi piace

  48. Fabio said

    Che i riconoscimenti siano fermi è una favola. Basta guardare la Gazzetta Ufficiale e si può facilmente trovare decine di riconoscimenti dall’inizio dell’anno. E’ vero che le Graduatorie sono chiuse e forse non verranno riaperte, ma quqesto non significa che l’Italia non continui a riconoscere le abilitazioni U.E., visto che è un obbligo dettato dalle Direttive comunitarie.
    Tra l’altro sono entrati in GaE tutti coloro che hanno ottenuto il riconoscimento entro giugno 2009 (lo dico per esperienza diretta).
    Non so se e perchè la dott.ssa Greco abbia risposto così, ma è una risposta priva di ogni significato. Il riconoscimento professionale non è discrezionale: in base alla Direttiva 2005/36/CE tutti i professionisti europei hanno il diritto di vedersi riconosciuta la qualifica conseguita nello stato di origine al termine di una procedura (che possono avviare in qualunque momento) della durata massma di 120 giorni.
    Se per qualunque motivo l’Italia non procedesse all’attuazione della citata Direttiva, ciò comporterebbe un deferimento alla Commissione e l’applicazione di sanzioni (procedura d’infrazione).
    Per chi volesse vederlo, l’ultimo riconoscimento è del 5 Maggio, pubblicato in G.U. del 1 giugno ed è disponibile (per 60 giorni) qui:

    http://www.gazzettaufficiale.it/guridb/dispatcher?service=1&datagu=2010-06-01&task=dettaglio&numgu=126&redaz=10A06571&tmstp=1275573869787

    (Riconoscimento, al prof. Matteo Tamburini, delle qualifiche professionali estere abilitanti all’esercizio in Italia della professione di insegnante. (10A06571) (GU n. 126 del 1-6-2010 ) )

    Mi piace

  49. valeria said

    ciao Michela, ti hanno detto per caso quando, secondo loro, verrà attivato questo tirocinio formativo in italia. Anche io mi sto informando presso una delle agenzie che offrono un’assistenza per il master in spagna, ma le informazioni continuano ad essere superficiali.

    Mi piace

  50. Orefice Michela said

    Salve a tutti,
    non vorrei sembrare “leopardiana” nelle informazioni che sto per darvi, ma mi dispiacerebbe se spendeste tempo e denaro inutilmente. Avevo pensato anch’io di prendere l’abilitazione in Spagna e a tal proposito, avevo anche contattato l’università di Alicante ed ottenuto informazioni. Tuttavia, prima di fare i bagagli e partire alla volta della Spagna, ho voluto ponderare bene la decisione, visto che avrebbe coinvolto anche mia figlia di 11 mesi. Ho contattato direttamente l’ufficio incaricato del riconoscimento dei titoli equipollenti di Roma, nella persona della dott.ssa Greco, oltre al provveditorato agli studi, la CISL di Pesaro (la mia città)ed un’agenzia di Milano a cui si è già rivolto qualcuno su questo sito. Ebbene ecco quanto ho saputo in sintesi:
    – le graduatorie ad esaurimento sono bloccate, per cui chi ha fatto valere l’abilitazione nel 2007 è dentro, chi non lo ha fatto è fuori perchè la graduatoria non verrà riaperta;
    – è da oltre un anno che il MIUR non riconosce le abilitazioni conseguite in altro Paese UE (Spagna in questo caso). Le prove che forniscono queste agenzie per l’abilitazione, ovvero i riconoscimenti timbrati e firmati da impiegati del MIUR, fateci caso, risalgono a qualche annno fa;
    – attualmente per abilitarsi in Italia bisogna attendere l’attivazione del tirocinio formativo attivo (TAF), http://www.istruzione.it/alfresco/d/d/workspace/SpacesStore/0a56bc1f-6186-423b-85e3-e96a318ea2cf/Tirocinio%5B1%5D.pdf

    Prima di partire pensateci…

    Saluti.

    Mi piace

  51. Nicoletta said

    ciao sono interessata a questa abilitazione in Spagna, ma sono molto titubante, qualcuno saprebbe darmi indicazioni su persone che lo hanno fatto e se il titolo già gli sia stato riconosciuto?

    Mi piace

  52. Maurizia said

    Caro Checco, nessuna Groenlandia, riporto smplicemente quanto mi é stato detto al Consolato spagnolo e al MIUR….altre info le ho trovate nei siti delle università Spagnole…
    cerco di dare info pratiche anche se ahimè non molto di conforto….

    Mi piace

  53. valeria said

    ragazzi, però se volete aiutarci rispondendo ai nostri dubbi siate un pochino piu precisi, alcune risposte sono un pochino artificiose, e non molto chiare.

    Mi piace

  54. Roberta1980 said

    Ciao, per partecipare al corso devi avere un livello B1 di una qualsiasi lingua straniera diversa dall’italiano…

    In ogni caso, ti consiglio di visitare alternativamente i seguenti siti: http://www.abilitazione.tk
    http://www.abinspain.tk o http://www.abinspainflash.tk (se hai il flashplayer è il sito più adatto)

    Io mi sono trovata benissimo
    Saluti,

    Roby

    Mi piace

  55. smeraldina96 said

    Caro Checco75 non hai ancora specificato l’Università in cui hai seguito il master…quale è? Sarei curiosa di saperlo magari potrei fare la stessa scelta..
    Grazie

    Mi piace

  56. Checco said

    Cara Maurizia,
    ma ti dove lo stai facendo il master … in Groenlandia!!! Stai spaventando tutti inutilmente e stai creando panico. Io l’ho fatto senza conoscere una parola di spagnolo e senza essere un gran genio. Eppure ho finito!!!!Non sono il solo qui, è chiaro che in tutto ci vuole impegno, ma si può affrontare con tranquillità.
    Ragazzi questa è l’unica possibilità, provateci ne vale la pena! Ah preciso che sicuramente è 100 volte più facile della SSIS in Italia……

    Mi piace

  57. maurizia said

    Dunque l’omologazione della laurea italiana in Spagna é il primo step, se non l’hai omologata non puoi accedere ed iscriverti al corso perchè rientra nella documentazione della preiscriscione, una volta che riesci ad accedere al master considerando che la maggior parte sono a numero chiuso e quelli che non lo sono hanno prezzi variabili a seconda delle universita, quelli che ho trovato io su internet vanno da un minimo di 1500 Euro a 8 mila euro,
    Riguardo la lingua é fondamentale la conoscenza dello spagnolo in quanto é necessario scrivere e studiare, e sosotenere esami in lingua….anzi in Catalunia é spacificato che il master si tiene al 70% in catalano, 30% inglese e castigliano, castigliano….

    Mi piace

  58. Fabio said

    Ricordo che per ottenere l’abilitazione ed il successivo riconoscimento in Italia non è sufficinete essere ammessi al Master e completarlo, ma è richiesta anche l’ “omologazione a titolo” (non semplicemnte a grado) da parte del Ministero spagnolo dell’Educazione (ovvero l’equipollenza) della laurea italiana alla corrispondente laurea spagnola (da novembre 2009).
    Inoltre il MIUR potrà prevedere, se lo riterrà opportuno, eventuali misure compensative nella forma di prova attitudinale (esami scritti o orali) o tirocinio.

    Mi piace

  59. Paola said

    Checco, scusami se ti disturbo potrei avere una vaga idea sui costi?…

    Mi piace

  60. Paola said

    Si ma scusate, è proprio necessario conoscere la lingua spagnola?… visto che è valido per i paesi europei, non c’è la possibilità anche per chi non la conosce?

    Mi piace

  61. Gianluca said

    Eccomi qua, un altro che vuole partire per la Spagna per prendere questa maledetta abilitazione che in Italia sembra un miraggio. Naturalmente voglio delle certezze visto che se ne andranno un bel po’ di soldini da quello che ho capito e non vorrei delle fregature. Una domanda a cui non ho trovato risposta è il tipo di titolo di cui abbiamo bisogno per accedere a questo Master. Basta una qualsiasi laurea specialistica o ci vuole una specifica laurea per ogni tipo di specialità. Per fare un paradosso un laureato in Matematica può insegnare Educazione fisica? Non che voglia fare una cosa del genere, ma giusto per rendermi conto.

    Mi piace

  62. Orefice Michela said

    Ciao Checco75,
    grazie per le incoraggianti informazioni. Avrei un’ultima domanda da farti: in quale università della Spagna stai frequentando il master?

    Te agradezco mucho,
    Michela.

    Mi piace

  63. checco75 said

    Il master dura sei mesi, io ho cominciato a metà novembre e la prima settimana di maggio finisco la pratica e a giugno torno per un giorno presentare la tesina. Io non conoscevo nemmeno una parola di spagnolo, sapevo dire solo Hola, ma ho fatto lo stesso tutti gli esami e gliho superati tranquillamente(esami a crocette) e adesso finisco la pratica ed è fatta…. sono abilitato!!!

    Mi piace

  64. valeria said

    ciao Checco, scusa se ti prendiamo d’assalto, ma a quanto pare sei l’unica persona che frequenta questo master e che ci puo aiutare. Hai detto che tra venti giorni finisci, ma quando hai iniziato il corso? quanto dura in totale? io sapevo che i corsi iniziavano a novembre e finivano a giugno.Quando hai iniziato quale era il tuo livello di spagnolo? In quale città stai frequentando il master? grazie in anticipo per la tua disponibilità.
    ps. Alessandra ti contatto al piu presto!

    Mi piace

  65. Alessandra said

    Ciao Valeria il mio indirizzo e-mail è:alecaf77@yahoo.it, scrivimi quando vuoi.
    Alessandra

    Mi piace

  66. checco75 said

    Hai ragione tutto si può fare ma bisogna avere sicuramente le competenze per farlo, poi conoscere bene lo spagnolo, andare a Roma poi in Spagna e trovare universita che ti accettano, scrivere in spagnolo … io ci avevo provato … ma non è stato facile. inoltre se sbagli qualcosa rischi di non essere ammesso per mancanza di documenti , fuori termine ecc , anche la burocrazia qui non scherza. Ripeto io mi sono fatto aiutare e non avuto alcun problema. Ormai sto finendo il tutto e torno a casa con l’abilitazione. Questo è il fatto poi ognuno fa come crede….ma non me sento di dirvi che si può fare da soli… in bocca al lupo

    Mi piace

  67. Michela Orefice said

    Gentile Checco75,
    prima di intraprendere l’esperienza in Spagna volevo chiederti presso quale università stai frequentando il master, quando è iniziato e se c’è un esame finale da sostenere. Personalmente pensavo di frequentare quello presso l’università di Alicante, ma gradirei un tuo prezioso consiglio al riguardo.

    Ti saluto,
    Michela.

    Mi piace

  68. maurizia said

    per avere le info necessarie bisogna recarsi al Consolato Spagnolo, lì danno molte info soprattutto ruguardo la convalida della laurea ( almin spagna che é il 1° step per poter accedere al master, inoltre chiamare o recarsi al Ministero della pubblica istruzione, riguardo i 30 punti della Siss non li rilascia , quella era una prerogativa della Siss, riguardo al “Master de profesorado”, la maggior delle info si trovano nei siti delle varie università spagnole, tutte del 1° ciclo 2009/10…riguardo al 2010/2011 c’è poco e niente…..
    INOLTRE é FONDAMENTALE LA CONOSCENZA DELLA LINGUA SPagnola e in catalunia le lezioni si tengono all’80% in catalano, non in castigliano…..

    Mi piace

  69. Michela Orefice said

    Grazie Checco 75!

    In bocca al lupo per il tuo futuro!

    Michela.

    Mi piace

  70. giovanna said

    Ciao a tutti,
    anch’io sono interessata a questa abilitazione in Spagna, qualcuno sa dirmi se è possibile conseguirla senza necessariamente affidarsi a società intermediarie? Cosi come in Italia bisogna ricercare SSIS nei siti delle varie università per avere info sull’abilitazione, cosa bisogna cercare via internet, nei siti delle università spagnole?
    Infine chi sa elencarmi l’iter burocratico per l’abilitazione in Spagna nel caso(se possibile!)scegliessi di occuparmene personalmente.

    Grazie

    Mi piace

  71. vincenzo said

    Ciao Giovanna,
    le tue sono delle ottime osservazioni, visto che queste società intermediarie chiedono un sacco di soldi! Se si riuscisse a scavalcarle sarebbe meglio. Anch’io sono interessato ad avere notizie in merito, soprattutto da chi magari è riuscito in questa impresa.

    Grazie.

    Mi piace

  72. checco75 said

    Ciao ragazzi,
    io sto facendo il master in Spagna e sono certo che è abilitante, perchè lo è per gli spagnoli.Non credo ch edia punti come la siss e noncredo che ci sia un esame da fare in italia per convalidare il titolo come lo eraper il CAP. Inoltre ho conosciuto persone che sisono abilitate con il Cap e adesso lo sono anche in Italia.
    Comunuqe io sono qui e fra meno di 20giorni finisco tutto e mi porto a casa l’abilitazione… vi farò sapere. Io ho fatto tutto da http://www.abilitazionescuola.it...
    In bocca a lupo a tutti

    Mi piace

  73. giovanna said

    Ciao a tutti,
    anch’io sono interessata a questa abilitazione in Spagna, qualcuno sa dirmi se è possibile conseguirla senza necessariamente affidarsi a società intermediarie? Cosi come in Italia bisogna ricercare SSIS nei siti delle varie università per avere info sull’abilitazione, cosa bisogna cercare via internet, nei siti delle università spagnole?
    Infine chi sa elencarmi l’iter burocratico per l’abilitazione in Spagna nel caso(se possibile!)scegliessi di occuparmene personalmente.

    Mi piace

  74. elisabetta said

    ma ho sentito che questi corsi si tengono anche a Milano..
    eventualmete come è possibile partecipare?è obbligatorio recarsi in Spagna?

    Mi piace

  75. maurizia said

    Per ALESSANDRA E VALERIA , ci sono anche io !!

    vorrei partire ma non é molto chiaro il tutto…..

    Mi piace

  76. Michela Orefice said

    Salve a tutti,
    riguardo all’abilitazione all’insegnamento per la scuola secondaria, proprio oggi ho contattato il provveditorato scolastico della mia città (Pesaro) e mi hanno detto di assicurarmi che il master spagnolo effettivamente sia abilitante. Inoltre, sembrerebbe che il bonus di 30 punti attribuito dal ministero agli abilitati mediante SSIS non venga riconosciuto agli abilitati in un altro Paese dell’UE.
    Ho anche saputo che il riconoscimento avviene nell’arco di due o tre mesi. Tuttavia, potrebbe essere richiesta una prova e/o esame all’abilitato per la convalida del titolo.

    C’è qualcuno che stia seguendo il master in questo momento e che disponga di maggiori informazioni? Sapete se chi ha ottenuto il vecchio CAP ha poi avuto il bonus di 30 punti? Ho appreso di ricorsi a tal proposito, ma non ne conosco l’esito.

    Grazie a tutti.

    Mi piace

  77. valeria said

    ciao Alessandra, mi farebbe piacere conoscerci, anche io mi trovo sola in questa situazione. Intanto sto cercando qualche testimonianza di persone che hanno già fatto questo master in Spagna, ma non se ne trovano. Se ti va ci possiamo scambiare l’ indirizzo di posta?

    Mi piace

  78. Alessandra said

    Ciao Valeria, non sono di Roma ma della provincia di Taranto, insegno a Milano in una scuola media e l’anno prox vorrei andarmene in Spagna per abilitarmi e se ci andassi con qcn sarebbe molto meglio.

    Mi piace

  79. valeria said

    io sono di Roma, c’è qualcuno della mia città che come me ha intenzione di prendere l’abilitazione all’insegnamento in spagna? magari ci possiamo aiutare a vicenda.

    Mi piace

  80. Sabina said

    Vorrei informazioni maggiori per prendere l’abilitazione per insegnare nella scuola primaria…Grazie

    Mi piace

  81. checco75 said

    vai su questo sito http://www.abilitazionescuola.it e chiama sono gentilissimi e ti danno tutte le informazioni.

    Mi piace

  82. maurizia said

    Caro Checco 75 sicuramente sei stato d’aiuto, ma spero che tu possa aiutarci ulteriormente, so che é impossibile rispondere alle domande di tutti e credo che in 100 risposte dilazione la confusione rimarebbe..
    CORTESEMENTE TI CHIEDO A NOME DI TUTTI CREDO se puoi scriverci UNA SOLA RISPOSTA e descriverci passo passo l’ITER da seguire soprattutto a livello burocratico..

    TI RINGRAZIO MOLTO Maurizia

    Mi piace

  83. vale said

    Cortesemente se c’è qlcn ke l’ha già fatto mi può lasciare il suo indirizzo e-mail x avere informazioni!Grazie!

    Mi piace

  84. checco75 said

    Inoltre c’è la possibilità anche di prendere l’abilitazine come dottore commercialista e avvocato senza problemi …sito :wwww.abilitazionescuola.it
    Spero di esservi stato da aiuto.

    Mi piace

  85. checco75 said

    Io al momento sono inSpagna e sto frequentando il master per abilitarmi all’insegnamento. Adesso sto facendo la pratica e ad aprile finisco e mi porto l’abilitazione in Italia. Io ho preso tutte le informazioni dal sito http://www.abilitazionescuola.it

    Mi piace

  86. patrizia said

    come posso abilitarmi per la scuola primaria in spagna.

    Mi piace

  87. sali said

    Il ministero non può opporsi ci sono acccordi europei e dunque l’unica cosa che può fare è tergiversare e magari elaborare cosri simili in Italia. Altrimenti va alla Corte di giustizia per violazione di norlme europeeche tra l’altro ha sottoscritto.

    Mi piace

  88. CINZIA said

    ciao vorrei sapere se qualcuno ha ottenuto l’abilitazione come dottore commercialista in Spagna, io mi sono informata e diverse società sono disposte a farlo dietro pagamento di somme molto elevate, e con molte incertezze per esempio sulla possibilità di esercitare la professione di revisore contabile.
    qualcuno lo ha fatto? e si potrebbe fare autonomamente senza ricorrere a tali società?grazie

    Mi piace

  89. antonietta said

    Ciao a tutti sapreste dare maggiore informazioni? sarei interessata anchi’io a prendere l’abilitazione in lettere a043 e a050 ma in quale città? quanto costa? e poi si potrebbe seguire o+n line? gentilmente fatemi sapere grazie-

    Mi piace

  90. manuela said

    mi chiedevo leggendo tutti i commenti, come mai nessuno testimania il riconoscimento di questa abilitazione spagnola?io anche sono interessata soprattutto perchè mi sono informata sulla possibilità di abilitazione in italia nel 2010..risposta”nulla è certo se uscirà o no e soprattutto sarà a numero chiuso e con test d’ingresso!!ce la faremo ad entrare tutti?mettiamo più info possibili sull’abilitazione all’estero…credo che convenga.

    Mi piace

  91. Pina Mantica said

    Vorrei sapere come fare per acquisire un’abilitazione per insegnare nelle scuole secondarie di I e/o di II grado. Attualmente insegno nella scuola primaria. Sono laureata in Lingue e Lett. Straniere.

    Mi piace

  92. vale said

    ciao!ank’io insegno da 4 anni presso una scuola paritaria senza abilitazione…vorei sapere presso quale università spagnola viene conseguita qst abilitazione e se veramente è riconosciuta qui, cioè se qlc l’ha già fatta e nn ha avuto problemi nel riconoscimento del titolo!tra l’altro nel 2010 ci sarà??o è stata sospesa?

    Mi piace

  93. emanuelA said

    RAGAZZI, SONO VERAMENTE IN CRISI..non so se partire per prendere l’abilitazione in spagna od aspettare per un corso abilitante qui..aiutatemi..cos miconsigliate?E’ affidabile questa societa? o e’tutto una speculazione?qualcuno che si e’laureao in lingue ed e’ partito per il corso c’e?cosigliatemi perfavore.a giorni devoprendere una decisione.grazie ragazzi.manuela

    Mi piace

  94. dona said

    salve
    ho una laurea in scienze politiche,conosco 4 lingue ma qui non posso insegnare -Cosa posso fare in spagna.? qualcuno sa qualcosa della germania? grazie a tutti e buon anno

    Mi piace

  95. daniela said

    C’è qualcuno che si è recato in spagna e ha preso l’abilitazione in economia?io avevo già sbrigato le pratiche ma alla fine per diverse paure ho rinunciato.Magari se conoscessi un’italiana che dovrebbe abilitarsi in economia e disposta a partire avrei più coraggio..

    Mi piace

  96. lulu said

    Per Benni:perche ti fregano i soldi?

    Mi piace

  97. Paola said

    qualcuno si è abilitato? e presso quale facoltà della Spagna?
    RISPONDETE X FAVORE…

    Mi piace

  98. barbara said

    grazie a tenciolo. Sei la prima persona che ha spiegato le cose essenziali in modo chiaro e preciso. Grazie di nuovo. Barbara

    Mi piace

  99. Tenciolo said

    Scusate! ma perche’ rivolgersi ad una società che probabilmente il suo mestiere e’ di svolgere le cose al vostro posto ed ovviamente per qualsiasi CONSULTO ed operazioni burocratiche DEVE ovviamente essere PAGATA. E’ stato lo stesso sindacato che mi ha spiegato che volendo posso andare in SpagnA, no ho bisogno di rivolgermi a nessuna società. L’abilitazione in Spagna dura 45 giorni di teoria e 45 giorni di tirocinio pratico all’interno delle scuole Spagnole. Ovviamente se voi non conoscete lo Spagnolo potete scordarvi questa abilitazione. Ovviamente La vostra laurea deve essere riconosciuta tale anche in Spagna e nel caso dovrete fare magari degli esami in piu’ per farvela riconoscere (esattamente come quando passate da una facoltà ad un’altra.
    L’unica grossa differenza e’ che mentre la SSis italiana vi da molti punti in graduatoria e se prendete dal 28 in su passate direttamente in PRIMA FASCIA. con l’abilitazione spagnola non avete punti e siete in seconda FASCIA.

    Mi piace

  100. barbara said

    vorrei anche io saperne di piu’.
    Mi chiedevo inoltre: come mai quel ragazzo con tre abilitazioni non insegna? Tre abilitazioni come, in cosa?

    Mi piace

  101. benny said

    ragazzi state attenti vi fregano i soldi, sono stato nell’agenzia di milano,solo per confermarmi che esiste l’abilitazione in spagna…mi hanno chiesto 120 euro….risparmiate se andate di persona in spagna…

    Mi piace

  102. giuseppe said

    salve qualcuno ha partecipato al corso sa dirmi qualcosa in merito se ne vale la pena insomma investire soldi e tempo per abilitarsi in spagna

    Mi piace

  103. oriana said

    Scusate ma vi si può accedere anche con una laurea triennale a ciò?

    Mi piace

  104. Antonio said

    Ti abiliti e poi ???
    tanti come me non lavorano, pur avendo 2-3 abilitazioni!!!

    Mi piace

  105. Linda said

    E’ troppo tardi per iscriversi a questo corso abilitante visto che le domande per le graduatorie ad esaurimento sono già uscite ed è già scaduto il termine per presentarle? Pensate che la società che organizza questi corsi sia affidabile??? Quanto costa questo corso??

    Mi piace

  106. Mariaimmacolata Colarusso said

    Sono decisamente interessata ad avere ulteriori informazioni in merito. Grazie.

    Mi piace

  107. Anna Rita said

    visita il sito http://www.abilitazioneinsegnamento.com, un’azienda di Milano si occupa di tutto (disbrigo documenti, viaggio ecc)

    Mi piace

  108. Alessia said

    Anch’io sarei interessata al corso a chi mi devo rivolgere per avereulteriori informazioni?

    Mi piace

  109. orizzontedocenti said

    Informati con l’articolista.
    Non lo sappiamo nemmeno noi.

    Mi piace

  110. Giulia said

    Buongiorno, vorrei avere maggiori informazioni su questa società di Milano e sulle modalità che propone per l’abilitazione.
    Grazie.
    Cordiali saluti,
    Giulia

    Mi piace

  111. Luisa Coletti said

    Cosa posso fare per partecipare al corso?

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 853 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: